IROHA - Associazione Nazionale per lo scambio culturale fra Italia e Giappone: La festa tradizionale di questo mese
IROHA - Associazione Nazionale per lo scambio culturale fra Italia e Giappone

 

 

Tango-no sekku

Tango-no sekku (5 maggio) è uno dei cinque sekku, giorni festivi legati alla stagione che in passato erano considerati particolarmente fausti dato che in essi il numero del giorno è uguale a quello del mese (5-5).
A corte veniva celebrata una festa durante la quale si scacciavano la sfortuna e gli spiriti maligni usando fiori di iris e rametti di artemisia; durante l'epoca Muromachi (1392-1573) questa festa si trasformò in un'occasione per augurare ai bambini maschi la buona salute e un futuro come guerrieri valorosi.

La festa di Tango-no sekku oggi è molto conosciuta per i Koinobori, coloratissimi aquiloni a forma di carpa nati nell'epoca di Edo, proprio nei dintorni di Edo (oggi Tōkyō): la carpa era considerata simbolo di buona fortuna e di carriera ricca di successo per i guerrieri.
Le strisce di stoffa (o carta) all'estremità dell'asta da cui sventolano i koinobori servono per scacciare la sfortuna e proteggere le carpe.

© IROHA 2017

Torna indietro

Desideri entrare a far parte di IROHA? Fai clic qua per compilare i moduli d'iscrizione!