IROHA - Associazione Nazionale per lo scambio culturale fra Italia e Giappone: La festa tradizionale di questo mese
IROHA - Associazione Nazionale per lo scambio culturale fra Italia e Giappone

 

 

Hinamatsuri

Hinamatsuri significa «festa delle bambole» ed è una delle più antiche e importanti feste tradizionali giapponesi. Si svolge il 3 marzo, giorno in cui si augurano lunga vita e buona fortuna alle bambine, che preparano una piattaforma e vi dispongono sopra bambole che rappresentano l'imperatore, l'imperatrice e altri personaggi della corte imperiale con i costumi dell'epoca Heian (794-1185).

Questa tradizione ha avuto origine dall'usanza cinese di bere sake con fiori di pesco e lasciare delle bambole sull'acqua per purificarsi, giunta in Giappone nell'epoca di Nara (710-794); nell'epoca Heian la corte iniziò a festeggiare il 3 marzo con kyokusui no en: i nobili sedevano davanti a un ruscello artificiale e creavano poesie waka (composte da 31 sillabe) nel breve tempo in cui una coppa di sake portata dalla corrente passava di fronte a loro. Nello stesso giorno, i contadini festeggiavano preparando il dolce kusamochi e facendo bambole di erbe o carta, che poi lasciavano trasportare dalla corrente dei fiumi, credendo che le bambole attirino su di sé la sfortuna liberandone le bambine.

Per Hinamatsuri si mangiano piatti particolari fra cui riso con azuki, chirashi sushi, sake bianco, brodo con hamaguri (un tipo di chichiglie). Il sake bianco si chiama anche tōka-zake, sake con fiori di pesco, e viene preparato dall'inizio dell'epoca di Edo (1603-1868). Si prepara anche il dolce hishimochi, formato da tre strati di mochi: uno verde, uno bianco e uno rosa. Questi tre colori simboleggiano l'inizio della primavera quando si scioglie la neve (bianco), inizia a crescere l'erba (verde) e germogliano i fiori di pesco (rosa).

Significato e disposizione delle bambole

In origine le bambole per Hinamatsuri rappresentavano una coppia nobile in kimono; col passare del tempo sono divenute sempre più elaborate e numerose; oggi il set completo (hina-ningyō) comprende molti personaggi che trovano posto su una piattaforma (hina-dan) con sette gradoni coperta di stoffa rossa (hi-mosen).
Sul gradone più alto vengono poste le bambole che raffigurano l'imperatore (O-dairi-sama) e l'imperatrice (O-hina-sama), con un paravento dorato (byōbu) alle loro spalle e due lanterne (bonbori) ai lati. A volte fra imperatore e imperatrice si mettono due piccoli vasi (kuchibana). In origine l'imperatore era posto a destra di chi guarda, mentre oggi è posto a sinistra
Sul secondo gradone vengono messe tre dame di corte (san-nin kanjo), ognuna delle quali porta oggetti usati per bere il sake: da destra a sinistra (di chi guarda) Nagae-no choushi, Sanpou e Kuwae-no choushi. Le tre dame sono separate da due piccoli tavolini rotondi (takatsuki) con sopra un dolce di stagione (escluso hishimochi).
Sul terzo gradone si trovano cinque musicisti (go-nin bayashi): da destra verso sinistra sono il suonatore di tamburo piccolo, seduto (Taiko); il suonatore di tamburo grande, in piedi (Ookawa); il suonatore di tamburello (Kotsuzumi), in piedi; il suonatore di flauto (Fue), seduto; il cantante (Utaika), seduto con in mano un ventaglio (sensu).
Sul quarto gradone sono posti due ministri (daijin), il "ministro di destra" (udaijin) più giovane e il "ministro di sinistra" (sadaijin) più anziano. A volte i due ministri sono armati di arco e frecce, tra le due figure sono posti due tavolini (kakebanzen) con sopra dolci di riso (hishimochi). Le posizioni "destra" e "sinistra" sono dal punto di vista delle bambole, quindi il "ministro di sinistra" si trova sulla destra per chi guarda.
Sul quinto gradone ci sono tre samurai incaricati di proteggere i sovrani. Da destra a sinistra di chi guarda sono "il bevitore ridente" (waraijougo), "il bevitore piangente" (okorijougo) e "il bevitore arrabbiato" (nakijougo). All'estrema destra e all'estrema sinistra ci sono, rispettivamente, un albero di mandarino (Ukon-no tachibana) e uno di ciliegio (Sakon-no sakura).
Sul sesto gradone si trovano mobili e suppellettili usati a palazzo come cassettoni per kimono, bracieri, strumenti per la cerimonia del tè.
Sul settimo gradone, infine, ci sono oggetti che la corte usa quando è lontana dal palazzo imperiale fra cui il carro trainato da buoi goshoguruma, usato dalla nobiltà nell'epoca Heian.

© IROHA 2018

Torna indietro

Desideri entrare a far parte di IROHA? Fai clic qua per compilare i moduli d'iscrizione!